Purificatori d’aria contro le allergie

I purificatori d’aria cominciano ad essere usati spesso nelle nostre case, e ci è stato detto spesso che purificare l’aria aiuta anche in caso di allergie. Ma è così? E se sì, come scegliere un purificatore d’aria per evitare le allergie domestiche?

Proviamo a capirlo in questo articolo.

Purificatori d’aria, allergie e promesse

Gli apparecchi per rendere più pura l’aria nelle nostre case sono sempre più presenti anche nel nostro paese, e con l’aumentare delle aziende che li propongono può aumentare anche la confusione nella scelta. Se in più ci mettiamo anche la caratteristica di “prevenire le allergie”, potremmo essere davvero in difficoltà nel comprare un purificatore che magari potrebbe non funzionare.

Ogni volta che ci troviamo di fronte a un qualsiasi prodotto che promette di pulire, purificare, detossificare l’aria dovremmo farci alcune domande: prima di tutto che cosa rimuove, ma anche a che velocità rimuove gli allergeni (ovvero le sostanze che provocano allergie) e in che modo.

Spesso i produttori (e i loro reparti marketing!) promettono risultati eccezionali:

-eliminazione degli acari
-distruzione dei virus
-sanitizzazione dell’aria
-cattura di tutta la polvere

Altrettanto spesso questi risultati promessi non vengono raggiunti, e purtroppo dobbiamo dire che più il purificatore d’aria è economico, più risulta inutile.

Questo perché le tecnologie per purificare l’aria dagli allergeni sono ancora piuttosto costose e complicate. Se volete comprare un purificatore quindi mettete in preventivo di spendere qualche soldino e soprattutto leggete questa guida: cercheremo di spiegarvi tutto sull’argomento, al meglio.

Purificatori e allergie: come scegliere

È complicato scegliere, ma possiamo cominciare a ragionare sul purificatore migliore per le allergie partendo dal tipo di purificatore (il link è ad un nostro articolo sul tema).

Di base i purificatori d’aria più consigliati per eliminare gli allergeni sono quelli con filtro HEPA e quello a raggi UV.
Noi sconsigliamo questo secondo tipo di purificatore se siete particolarmente sensibili all’aria sporca, perché questo genere di apparecchio può produrre una piccola quantità di ozono: l’ozono non è una molecola strana (si tratta semplicemente di tre atomi del normale ossigeno che respiriamo) ma per alcune persone può essere irritante per le vie respiratorie. Quindi se consideriamo che vogliamo minimizzare le reazioni dell’apparato respiratorio, non è certamente la soluzione migliore…

Quello che si consiglia in questi casi è l’uso di purificatori d’aria con filtri HEPA. Il filtro HEPA contenuto in questi apparecchi riesce a trattenere particelle anche di piccolissime dimensioni, ed è efficace nel catturare gli allergeni con efficacia.
La tecnologia HEPA è stata originariamente sviluppata per trattenere le particelle radioattive, nel periodo in cui negli Stati Uniti si effettuavano i primi esperimenti sull’energia atomica.

È importante scegliere il purificatore basando la propria scelta sulle dimensioni della stanza in cui lo volete posizionare, e se potete decidere di metterlo solo in una stanza, è meglio che questa sia la camera da letto. In generale se possibile posizionate un purificatore in tutte le stanze in cui trascorrete molto tempo durante la giornata.

Cosa associare al purificatore d’aria per evitare le allergie

Prima di concludere questo articolo vogliamo fare una considerazione che ai più sembrerà irrilevante, ma che è importante riportare: un purificatore d’aria può aiutare a combattere le allergie, ma per renderlo più efficace dobbiamo fare in modo che l’ambiente in cui viviamo sia il più sano possibile.

Esistono pochi semplici accorgimenti da tenere in considerazione per far sì che la nostra casa non venga presa di mira dai batteri, e tra questi:

  • tenere sotto controllo l’umidità
  • usare un buon aspirapolvere per evitare che la polvere si accumuli
  • controllare i caloriferi e pulirli frequentemente
  • lavare la biancheria del letto ad alte temperature
  • usare tessuti che impediscono la proliferazione degli acari
  • cercare di eliminare gli oggetti che trattengono la polvere

e così via.

Purtroppo se si è allergici la casa può contenere un sacco di angoli e oggetti che ci fanno male e rendono la nostra vita più difficile. I purificatori d’aria aiutano in maniera determinante, ma vanno abbinati a delle buone pratiche che potete usare anche da oggi, prima di acquistare il vostro purificatore.