Xiaomi 2H: recensione di un purificatore d’aria cinese

In questa recensione dello Xiaomi 2H andiamo a vedere un purificatore d’aria che è tra quelli più di successo nel nostro mercato, pur non appartenendo a un marchio famoso dalle nostre parti. Volete scoprire il perché? Leggete questo articolo!

Sì, perché se guardate le classifiche su Amazon dei migliori purificatori d’aria vi renderete conto che lo Xiaomi 2H è ai primi posti (in questa pagina trovate la classifica), e anche le recensioni di chi l’ha comprato confermano che è un ottimo prodotto.

Eppure non è un Dyson, un Philips e così via… Dovete sapere però che Xiaomi è un’azienda cinese di alto livello, che produce smartphone economici (e da noi forse è conosciuta per questo) ma negli ultimi anni si sta specializzando nella domotica e nella realizzazione di prodotti per rendere più confortevole la vita in casa. Se consideriamo che la Cina è uno dei paesi in cui ci sono più problemi di inquinamento, poi, possiamo stare tranquilli che i purificatori d’aria prodotti laggiù sono ottimi.

Ed è sicuramente il caso dello Xiaomi 2H.

Il purificatore d’aria Xiaomi 2H è lineare ed elegante, ottimo per tutti gli ambienti moderni e non

Air Purifier Xiaomi 2H: economico, ma razionale

Rispetto alla maggioranza dei marchi di livello Xiaomi ha deciso di mantenere un profilo basso, prezzando i suoi purificatori d’aria di meno, anche per aumentare le quote di mercato. Lo Xiaomi 2H costa davvero poco per quello che offre (ad esempio vedere qui) ma per un uso medio è davvero interessante.

Cosa intendo per uso medio?
Beh, se la vostra casa non è enorme, se volete tenere acceso il purificatore d’aria senza stare a perderci troppo tempo per programmarlo, se volete una potenza discreta abbinata però a un’ottima silenziosità, allora siete sicuramente utenti medi.

Il Mi Air Purifier 2H (questo è il suo nome completo) è un purificatore d’aria di dimensioni abbastanza compatte, in grado di migliorare sensibilmente e in poco tempo la qualità dell’aria di stanze fino a 30mq, e con una facilità d’uso invidiabile.

Vi racconto le sue caratteristiche punto per punto.

Caratteristiche del purificatore d’aria Xiaomi 2H

Filtro HEPA a 3 stadi

Il filtro HEPA è un filtro composto da foglietti in microfibra assemblati in lamine; attraverso il passaggio dell’aria tra i foglietti si attua una purificazione meccanica dell’aria, perché le particelle dannose vengono catturate tra le fibre del filtro e non possono più passare.
Questo è un grande vantaggio, perché una volta che le particelle sono intrappolate, non riescono più a uscire e verranno rimosse con la sostituzione del filtro.
Allo stesso tempo però vuol dire che il filtro dovrà essere cambiato, e nel caso di quello dello Xiaomi 2H, questo cambio deve avvenire in media ogni 6-12 mesi.

Si parla di filtrazione a 3 stadi perché il filtro vero e proprio composto di microfibre è solo uno dei passaggi nella depurazione dell’aria, che passa attraverso altri strati che rimuovono prima le particelle più grandi (impedendo così che le microfibre si intasino in fretta) e in parte anche gli odori.

Il limite di filtrazione indicato dal produttore è di 0,3 micron, un valore molto basso che ci assicura che questo depuratore d’aria sarà in grado di catturare anche pollini piccolissimi.

CADR di 260m3/ora

Il CADR è un parametro che indica la capacità di filtrazione rispetto a un volume. La sigla significa Clean Air Delivery Rate, e semplicemente più il CADR è grande, più il purificatore d’aria è adatto a trattare stanze grandi.

Lo Xiaomi 2H è ottimo per stanze di medie dimensioni, come può essere ad esempio una camera da letto (da legge in Italia una matrimoniale deve essere grande almeno 14 metri quadri, e spesso i costruttori si limitano a questa misura) o un salotto di un trilocale o quadrilocale.

Dimensioni compatte

Lo Xiaomi 2H è un depuratore abbastanza compatto, con la sua altezza di circa 50cm su una base di 24x24cm. Il motivo per cui io segnalo le dimensioni di questo depuratore, però è che davvero potete metterlo ovunque, anche se avete poco spazio a disposizione: insomma, sembra fatto apposta per i nostri appartamenti di città, dove lo spazio è poco e non vogliamo creare troppo disordine.

È un aspetto a cui si presta poca attenzione, ma vi assicuro che avere in giro per casa uno scatolotto enorme che ingombra e in cui inciampate ogni minuto è la prima causa di non utilizzo del depuratore d’aria!

Connettività ottima

Dopotutto Xiaomi è esperta in telefoni, e quindi in reti e connessioni.
Lo Xiaomi 2H da questo punto di vista è molto completo: esiste una app che si chiama Mi Home App pensata per far funzionare a distanza una serie di apparecchi, tra cui i purificatori d’aria Xiaomi.

Una schermata della Mi Home App

Come funziona questa applicazione di cui potete vedere un’immagine? Semplicemente si deve collegare il purificatore d’aria alla propria rete WiFi con l’aiuto del vostro smartphone (fate attenzione: lo smartphone deve avere la localizzazione attivata) e in questo modo si può controllare a distanza l’apparecchio, anche se ci si trova a molti kilometri da casa.

In particolare si può verificare lo stato dell’aria nel proprio appartamento (ivi comprese umidità e temperatura), verificare in che condizioni di usura si trova il filtro ma soprattutto pilotare il purificatore per accenderlo o spegnerlo, e anche per selezionare la potenza di utilizzo o impostare una modalità specifica d’uso.

L’applicazione funziona in generale per modificare tutte le impostazioni possibili per il purificatore d’aria, ma queste a dire la verità non sono poi molte: ci limitiamo alla luminosità del led posto sull’anteriore, e poco altro.

Sempre parlando di connettività, lo Xiaomi 2H è in grado di dialogare con Alexa, il sistema realizzato da Amazon per i comandi vocali, e con Google Assistant. Con quest’ultimo l’ho provato, e funziona molto bene. Purtroppo non ho test di prima mano con Alexa ma da quel che leggo in giro pare funzioni altrettanto bene.

Prezzo rapportato alla qualità

Qui sotto parlerò dei difetti dell’Air Purifier 2H, però devo dire che questo purificatore d’aria è economico ma non “cheap”: il suo costo è relativamente basso – diciamo che si piazza nella fascia bassa dei prezzi dei migliori purificatori d’aria – ma non per questo l’azienda che lo produce ha proposto un prodotto scarso! Non è male la sua linea, che lo rende perfetto per qualsiasi ambiente, e neanche i materiali utilizzati deludono.

Dal punto di vista della funzionalità, credo ci siano pochi costruttori che offrono purificatori d’aria a questo prezzo e con questa capacità di purificare l’aria: lo Xiaomi 2H funziona molto bene, l’importante è non pretendere di usarlo in ambienti più grandi di 30 metri quadri.

In sintesi: se volete fare un acquisto in cui guardate al prezzo senza rinunciare a troppa qualità, allora questo è un depuratore da considerare.

Difetti dello Xiaomi Air Purifier 2H

Naturalmente però non tutto può essere perfetto in un purificatore d’aria economico come questo! Ecco qui quelli che secondo me sono i suoi principali difetti, ancora una volta divisi per punti.

  • Ergonomia
    Forse da questo punto di vista Xiaomi poteva fare di più: se ci fosse una maniglia sarebbe molto più comodo da trasportare
  • Mancanza di display
    Questa è una piccola mancanza che può dare fastidio: ci vorrebbe un display posizionato sul frontale per capire come sta agendo il purificatore. Certo abbiamo a disposizione l’app, per controllare tutti i parametri, ma un display integrato sarebbe una bella comodità in più
  • Efficacia con l’assorbimento degli odori
    Credo che da questo punto di vista forse Xiaomi potrebbe offrire di meglio. Intendiamoci: non è male ma non siamo ai livelli dei migliori purificatori d’aria! Forse però con un filtro più specifico si potrebbe ottenere di più

Se posso darvi un consiglio, se volete mantenere le stesse qualità di questo purificatore ma aggiungere qualcosina in più, date un’occhiata a questa pagina: è praticamente lo stesso purificatore ma con schermo, e il prezzo aumenta di soli 20€ in media.

I filtri per Xiaomi 2h

La struttura del filtro dello Xiaomi 2H, con lo strato esterno, un filtro HEPA di grado H13, e quello più interno, con carboni attivi per la cattura di composti chimici e odori

I filtri di questo purificatore d’aria sono piuttosto resistenti, e durano almeno sei mesi con un uso medio, ma nonostante questo ogni tanto devono essere cambiati. Io consiglio prima di tutto, quando ricevete una segnalazione di cambio filtro dall’app, di controllare il filtro esterno pulendolo (non con acqua!). Se a questo punto la segnalazione persiste, come sistemare la cosa? Con una sostituzione.

La cosa migliore da fare è comprare i filtri ufficiali (che trovate ad esempio su Amazon) che costano solo poco di più ma offrono la massima compatibilità e miglior funzionamento. Una piccola dritta che mi hanno dato degli amici che hanno questo purificatore è quella di usare quest’altro filtro, alla prima sostituzione: ha delle caratteristiche ancora migliori e a quanto pare migliora la filtrazione anche a livello di odori molesti.

Se invece volete comprare un filtro più economico per risparmiare qualcosa – io personalmente ve lo sconsiglio – prendete questo della Sodial, che non è male.


Recensione Xiaomi 2H Air Purifier: conclusione

Come detto precedentemente, questo è un ottimo purificatore d’aria per case piccole, e se avete un bilocale e un portafogli non troppo gonfio ve lo consiglio senza remore. Se però avete qualche soldo in più potete forse rivolgervi a un altro apparecchio. Guardatevi la pagina che ho dedicato ai migliori purificatori per aria, ad esempio.

Se vi devo consigliare un sito in cui comprare lo Xiaomi 2H, la mia scelta va sicuramente ad Amazon, e in particolare vi rimando alla pagina della stessa Xiaomi dove lo trovate al miglior prezzo italiano.